domenica 21 Aprile 2024

Aprire un bar

APRIRE UN BAR | GUIDA

Quello di aprire un bar è il sogno di molte persone. Leggendo questo articolo ti daremo in sintesi tutte le informazioni di cui hai bisogno per sapere come poter procedere in questo senso.
Prima cosa da conoscere, ed è fondamentale, è che per farlo bisogna essere maggiorenni, avendo finito la scuola dell’obbligo. L’ideale è aprirlo con un diploma ottenuto presso un istituto alberghiero, ma ci sono anche molti corsi professionali e specifici che possono tornare utili per aprire un bar.
Nel caso tu non abbia già un tuo locale da adibire allo scopo, dovrai cercarne uno a uso commerciale da prendere in affitto o da acquistare, informandoti se si tratta di un locale già a norma oppure se dovrai fare dei lavori per renderlo idoneo allo scopo.

Aprire un bar
Quali sono i requisiti per aprire un bar?

Una volta fatto questo, pensi forse che il peggio sia passato. In realtà sei solo a metà strada, dato che ci sono molte scartoffie burocratiche che dovrai compire.
Per aprire un bar avrai sicuramente bisogno di un commercialista, che ti farà aprire una partita IVA con un codice ATECO adeguato all’attività, considerando anche il fatto se si tratterà di una ditta individuale oppure di una società. Ti iscriverai così al Registro delle Imprese della Camera di Commercio e all’INPS.
Dovrai poi dare avvio alla SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività). Potrai farlo allo sportello SUAP del tuo comune, a cui presenterai tutti i documenti richiesti, che sono i seguenti: la certificazione del corso HACCP, il DVR (documento di valutazione dei rischi, che volendo potrai creare da solo), la certificazione del corso SAB, l’attestato del corso antincendio, la certificazione destinazione d’uso commerciale. Dovrai naturalmente anche comunicare i tuoi dati personali e quelli dell’impresa, comprensivi degli orari di apertura e chiusura. Per aprire un bar dovrai anche adempiere alla pratica per esporre l’insegna, mentre spetta all’Agenzia delle Entrate acconsentire alla vendita dei superalcolici.

Quanto costa aprire un bar?

Molto complicato dirlo, dipende dal canone di affitto e da molti altri fattori, tra cui la mole del locale e le attività svolte. Di norma è stimato che ci vogliano tra le 80.000 e le 100.000 euro.

Servono dei corsi di formazione per aprire un Bar?

Sicuramente è indispensabile frequentare il corso SAB (Somministrazione Alimenti Bevande) e fondamentale scegliere un centro di formazione accreditato per poter svolgere un percorso di Barista di Caffetteria o Bartender (Figura dedicata al mondo della miscelazione).
Senza un percorso specialistico, oggi giorno, è impossibile poter svolgere la propria professione correttamente compreso rimanere aggiornati con le tendenze del settore e della clientela.

Concludiamo dicendo che per aprire un bar c’è bisogno di un elemento indispensabile, che è la passione, senza di questa non sarai forse in grado di affrontare tutte le difficoltà legate al settore e non riuscirai a dare la qualità giusta alla tua attività.

Richiedici informazioni nel form per avere ulteriori dettagli relativi ai nostri servizi dedicati alla formazione e alle politiche del lavoro. Rispondiamo entro 24 ore lavorative.

Hai bisogno di aiuto?