martedì 27 Febbraio 2024

Diventa Barista, Barman o Bartender!

DIVENTA BARISTA, BARMAN O BARTENDER! | GUIDA

In questo articolo si cercherà, in breve, di dare alcune nozioni su un certo argomento, rispondendo ad alcune domande: come si diventa barista, barman o bartender? Come è possibile specializzarsi in questa figura? Prima di rispondere a questo, però, sarà utile rispondere a un altro quesito:

Quali differenze ci sono tra barista, barman e bartender?

Il barista in genere è specializzato nel settore caffetteria, sapendo tutto quello riguarda il caffè e, di norma, anche tutto quello che riguarda la gestione di un Coffee Shop ovvero un Bar diurno. A differenza dell’Estero, in Italia la definiamo come una figura completa in quanto il Barista compre tutte le mansioni all’interno del Bar ovvero dalla prima colazione agli aperitivi.
Al contrario del barman ha una denominazione inglese e con questo intendiamo un modo classico di porsi verso la miscelazione, per tale motivo troveremo questo ruolo in particolare nei grandi alberghi, molto più difficilmente nei pubblici esercizi.
Il Bartender, diversamente dal barman, ha però una visione più aperta della miscelazione e si diletterà a sperimentare sempre nuove bevande spesso intrattenendo con acrobazie ovvero il Flair Bartending Style.

Come si diventa barista, barman o bartender?

Innanzitutto bisogna dire che per fare questo mestiere ci vuole passione. Si tratta di un lavoro dinamico e creativo, che costringe a volte anche ad allontanarsi da casa. È sicuramente stimolante, ma anche molto impegnativo, anche visto che si è sempre a contatto con le persone. Una volta appurato il fatto che si ha abbastanza volontà per percorrere il percorso, bisogna sapere che non c’è bisogno di avere qualifiche particolari. È chiaro che chi proviene da una scuola alberghiera o ha frequentato corsi specialistici sarà più avvantaggiato. Certamente sarà importante prendere la certificazione dell’HACCP e Sicurezza Basso Rischio (D.Lgs81/08), questo per tutelare se stessi, il locale dove si andrà a lavorare e anche il consumatore, perché è indispensabile conoscere alla perfezione gli ingredienti che vengono usati e mantenere il posto di lavoro sicuro sotto ogni aspetto.

Quanto guadagna un barista, un barman o un bartender?

Per tutti e tre i mestieri possiamo dire che le cifre percepite sono molto simili. Parliamo in media di un guadagno annuo di 21.500 euro, con un pagamento di circa 11 euro all’ora. I cadetti a inizio carriera vanno a guadagnare perlopiù 20.000 euro all’anno, gli esperti possono arrivare anche a 29.000 e all’estero fino ai 50 mila euro all’anno.

C’è lavoro nel settore Bar? Il Barista, Barman o Bartender è molto richiesto?

La risposta è sicuramente Si, dal Post Covid tutti i locali in Italia e all’estero sono in continua ricerca di nuove figure professionali qualificate. Si suggerisce pertanto di effettuare dei corsi di formazione presso Enti di Formazione accreditati a Federazione Baristi Italiani.

Ecco alcune notizie che riguardano queste figure. Forse adesso avrai capito qualcosa su come si diventa barista, barman o bartender. Ricordiamoci però, e non sarà inutile ribadirlo, che c’è un fattore fondamentale senza il quale è quasi impossibile effettuare questi mestieri: la passione!

Hai bisogno di aiuto?