domenica 14 Aprile 2024

Plastic Free. Per un mondo migliore e di qualità

Plastic Free - Federazione Baristi Italiani

PLASTIC FREE | ISTITUZIONE

Oggi il tema della plastic free è molto dibattuto. Se ne parla ormai da anni, anche se di fatto non sono molti coloro che sono riusciti a mettere in pratica la teoria. Questo un po’ per gli svantaggi economici, un po’ per la paura di allontanarsi da un’abitudine che è diventata consueta.

Dal 14 gennaio 2022 è entrato in vigore il Decreto legislativo n. 196 del 8 novembre 2021 per l’attuazione in Italia della direttiva (UE) 2019/904, conosciuta semplicemente come la direttiva Single use plastic (SUP) che vieta l’uso di prodotti monouso.

Diciamo però cosa s’intende per plastic free. Diversamente da come molti potrebbero credere, non si tratta di avere un mondo senza plastica, fattore che a oggi pare impossibile. Si tratta invece di surrogare la plastica là dove il suo uso è monouso. Sul mercato sono presenti molti prodotti per riuscire a supplire a questo. Vi sono per esempio materiali come bioplastiche, mater-bi, biocoated, composti da elementi naturali. Va da sé che il costo sia superiore a quello della plastica e questo, come detto, è un fattore che sicuramente scoraggia. Il locale però indirettamente avrà un guadagno più ampio. Questo perché la clientela comprenderà che si tratta di un esercizio attento alla qualità e alla cura dell’ambiente, elementi oggi emblematici. Per tale ragione sicuramente ci sarà un profitto in termini di clientela, perché, non dimentichiamocelo: mantenere un alto profilo e lavorare in modo professionale, prima o poi premia sempre.

Plastic-free


Evitare le bottiglie di plastica, eliminare i prodotti usa e getta e le cannucce, essere accorti nella scelta dei prodotti per l’igiene personale, fare utilizzo di borse e sacchetti che si possano riutilizzare… Ecco alcuni dei fattori che dovrebbero rendere un locale interamente o parzialmente plastic free, caratteristica che dimostrerà l’amore per l’ambiente e che permetterà di aumentare la qualità, potendo utilizzare materiali sicuramente più igienici e sicuri, come il vetro.
Per noi di Federazione Baristi Italiani questo tema è fondamentale e sono stati approvati dal Consiglio Direttivo una serie di progetti che riconosceranno il coraggio dell’esercente che ha fatto questo passo importante. Accanto alla qualità allora premieremo anche l’attenzione per il plastic free  (UE) 2019/904, oggi elemento fondamentale.

Leggi anche https://www.federazionebaristiitaliani.it/istituzione/consolato-generale-d-italia-fiume/

Lascia un commento

Hai bisogno di aiuto?