domenica 19 Maggio 2024
Quanto guadagna uno stabilimento balneare

Quanto guadagna uno stabilimento balneare?

STABILIMENTO BALNERARE | PROFESSIONISTI

Siamo ormai in piena estate. Il mare, gli ombrelloni, le spiagge, il sole. A molti sarà venuta in mente una domanda: quanto guadagna uno stabilimento balneare? A dire il vero non è semplice rispondere. Questo dipende ovviamente dalla sua grandezza e anche da quanti posti ombrellone riesce ad affittare.
Difficile quindi dire quanto guadagna uno stabilimento balneare, è possibile però evincere in qualche modo quali possano essere i costi da sostenere. Partiamo dalla concessione.

Quanto guadagna uno stabilimento balneare
Quanto costa una concessione per uno stabilimento balneare?

Come stabilito dal decreto Agosto del 2021, un canone d’affitto per uno stabilimento non può scendere sotto i 2500 euro annui. Ricordiamo che le spiagge sono di proprietà dello Stato (il cosiddetto demanio marittimo), quindi si tratta di un canone che andrà nelle casse pubbliche.

Quali sono altre spese da sostenere per uno stabilimento balneare?

Naturalmente quella citata non è l’unica spesa, che d’altra parte è irrisoria rispetto alle restanti. Pensiamo per esempio alla TARI, che viene pagata su tutta la superfice della spiaggia, quindi viene facile pensare che si possano raggiungere delle spese molto alte. Mettiamoci anche le altre tasse, l’IMU, ricordando anche che uno stabilimento deve seguire determinate norme di sicurezza, garantendo, tra l’altro, un numero idoneo di nuotatori di salvataggio a seconda della capienza dell’attività.
Bisogna ricordare inoltre che il gestore dovrà anche farsi carico della pulizia della spiaggia, che per legge deve essere pulita tutto l’anno. Non sarà inutile rammentare anche che la gestione non è stagionale, ma annuale, questo significa che bisognerà confrontarsi con l’attività anche in quei mesi in cui risulta totalmente inattiva.

Insomma, quanto guadagna uno stabilimento balneare è molto complicato da dire. Sicuramente ben gestito può dare molti benefici, calcolando i ricavi provenienti dagli affitti dei posti, dal bar, dalle varie attività che si organizzano.
Può essere sicuramente un lavoro redditizio, ma bisogna tenere presenti le informazioni che abbiamo indicato nell’articolo.

Leggi anche https://www.federazionebaristiitaliani.it/servizi/professionisti/leonardo-zuccardi-merli/

Hai bisogno di aiuto?